News

Come si cura l´eritema solare?

Come si cura l´eritema solare?

13 Agosto 2017

L'eritema solare, purtroppo è un problema che si forma sulla pelle del corpo o del viso, in mancanza della giusta protezione dai raggi solari. Questa infiammazione, infatti è causata maggiormente dai raggi UVB e per evitare la comparsa, di questo spiacevole fastidio è importante proteggere la pelle con i giusti filtri solari (protezione dai raggi UVB e i raggi UVA) e nelle ore più calde, stare lontani dal sole. La protezione solare, deve essere scelta in base al proprio fototipo di pelle e deve essere applicata regolarmente, durante l'esposizione al sole.

Per calmare e attenuare l'eritema solare bisogna idratare la pelle e applicare prodotti specifici, che siano ricchi di principi lenitivi e decongestionanti, che agiscano favorendo la rigenerazione della parte lesionata. I prodotti, più adatti per curare questo problema sono le emulsioni, le schiume e gli spray, perché si assorbono facilmente, non vanno massaggiate e in questo modo, si evita di strofinare la zona irritata dove compare l'eritema. Inoltre, se il dolore è insopportabile, si possono applicare molto delicatamente degli impacchi freddi utilizzando il ghiaccio, avvolgendolo in un panno soffice e di cotone.

Per consigli e prodotti specifici per trattare l'eritema solare, nella nostra farmacia, il nostro personale specializzato vi guiderà alla scelta più adatta alle vostre esigenze, per calmare il problema.

Che cos´è l´onicomicosi?

Che cos´è l´onicomicosi?

12 Agosto 2017

L'onicomicosi è un'infezione fungina, che interessa e può comparire, sulle unghie delle mani o sulle unghie dei piedi. Questo tipo di infezione è causata da alcuni funghi, che fanno parte della categoria dei dermatofiti, dei lieviti e delle muffe. I funghi sono organismi, invisibili ad occhio nudo e per sopravvivere non hanno bisogno della luce, perché vivono in spazi umidi e caldi. I sintomi più comuni di questa infezione sono l'ispessimento dell'unghia, la superficie appare frastagliata, il dolore può essere più o meno intenso, l'odore può diventare sgradevole e il colore diventa opaco, scuro e possono comparire macchie sparse. Inoltre, se la micosi si diffonde in profondità, l'unghia può staccarsi dal letto ungueale e in questo specifico caso parliamo di onicolisi.

Le persone più soggette all'onicomicosi sono indifferentemente uomini e donne:

che hanno una sudorazione eccessiva

che indossano scarpe scomode, che non permettono ai piedi di respirare e non assorbono il sudore

che vivono o lavorano in un ambiente umido

che camminano a piedi nudi nelle piscine, nelle palestre o nelle saune

Se notate dei cambiamenti sulle vostre unghie, la cosa giusta da fare è intervenire esponendoci il problema perché vi sapremo indicare il trattamento o il farmaco adatto, per risolvere l'infezione.

La rinite allergica, un´infiammazione della mucosa nasale

La rinite allergica, un´infiammazione della mucosa nasale

11 Agosto 2017

La rinite o congestione nasale è un'infiammazione o un'irritazione, della mucosa nasale e può essere cronica o in forma acuta. I sintomi, più comuni sono il naso chiuso o viceversa che cola con frequenza, il prurito nasale, la lacrimazione degli occhi abbondante, gli starnuti numerosi, il fastidioso mal di testa e in casi più gravi, la respirazione può essere difficoltosa.

La rinite allergica è spesso causata, da una reazione del sistema immunitario ad alcune sostanze presenti nell'ambiente e nell'aria e possono essere il polline, la polvere, la muffa, gli alberi, l'erba e gli acari. Inoltre, in alcuni casi può anche essere provocata se si sta a contatto con gli animali (pelo o forfora). E' importante sapere, che oltre la rinite allergica, esiste quella virale acuta, quella cronica, quella atrofica e quella vasomotoria e ogni situazione, deve essere valutata e confermata da uno specialista, tramite appositi accertamenti medici.

Purtroppo molto spesso evitare la sostanza o le sostanze, che provocano l'allergia è quasi impossibile, quindi per accertare le cause e attenuare il "malessere" è necessario consultarvi con il vostro medico, in modo da eseguire dei controlli specifici o esporci il vostro caso a cui saremo felici di dare un consiglio mirato.

Qual è la differenza probiotici e prebiotici?

Qual è la differenza probiotici e prebiotici?

10 Agosto 2017

Per mantenere in buona salute la flora batterica dell'intestino, i probiotici e i prebiotici sono molto importanti perché tengono sotto controllo i processi legati alla digestione e aiutano a contrastare il gonfiore addominale. A questo punto, la domanda nasce spontanea: i probiotici e i prebiotici sono la stessa cosa? Vediamo di fare chiarezza, capire le differenze e approfondire la loro "missione".

I probiotici, sono una sorta di microrganismi definiti batteri "buoni" e quando vengono ingeriti, raggiungono l'intestino vivi, favorendo il miglioramento dell'equilibrio microbico. I più conosciuti sono lactobacilli e i bifidobatteri, che si trovano in buone quantità nei formaggi e nello yogurt.

I prebiotici, invece sono delle fibre alimentari solubili, come il polidestrosio, e servono per nutrire i batteri "buoni" che vivono all'interno dell'intestino e di conseguenza, ne permettono lo sviluppo. I prebiotici a differenza dei probiotici, attraversono lo stomaco e arrivano all'intestino senza subire nessun tipo di alterazione o modifica.

Per migliorare la salute del vostro intestino, nella nostra farmacia troverete questi prodotti e consigli indicati a soddisfare le vostre esigenze.

Se la vista si abbassa la sera, da cosa può dipendere?

Se la vista si abbassa la sera, da cosa può dipendere?

09 Agosto 2017

Quando la vista si abbassa la sera, questo disturbo può essere provocato da diversi fattori. Prima di tutto dobbiamo evidenziare, che le persone affette dalla miopia con il calare del sole e negli ambienti poco illuminati non vedono bene. Sulla qualità della vista, può incidere la forte carenza di vitamine, ma anche la stanchezza e l'affaticamento sono responsabili di un abbassamento momentaneo della vista la sera. In casi più gravi, la riduzione della vista in questo momento specifico della giornata, può derivare da una malattia dell'occhio che prende il nome di retinopatia pigmentaria e impedisce una vista chiara e limpida, ma in questo specifico caso è indispensabile sottoporsi ad una visita oculistica.

Per mantenere gli occhi in salute è importante assumere la giusta quantità di acqua e non far mai mancare la vitamina A, la E, la C e le vitamine appartenenti al gruppo B. La vitamina A è fondamentale, per il benessere della degli occhi e per migliorare la salute della vista, inoltre, un grande aiuto lo si può trovare negli integratori a base di mirtillo, perché grazie al loro elevato contenuto di antocianine, favoriscono l'adattamento della vista al buio e, influiscono a vedere meglio nelle ore serali.

Se questo problema, purtroppo accompagna le vostre serate, nella nostra farmacia e parlandone con il vostro medico di fiducia, troverete una valida soluzione.

Il colon irritabile e i suoi tanti sintomi

Il colon irritabile e i suoi tanti sintomi

08 Agosto 2017

Il colon irritabile è un problema molto diffuso e spesso le cause, che provocano questo "malessere" possono essere poco chiare e potrebbero, essere legate alla carenza delle vitamina D. Questo disturbo indica, un cattivo funzionamento dell'intestino, che di conseguenza nei diversi pazienti, causa diversi sintomi.

I sintomi, spesso si alternano da forti periodi di stipsi ad attacchi improvvisi di diarrea, mal di panica, fastidiosi crampi, senso di gonfiore e si avverte un malessere generico. Le cause, che rendono il colon irritabile sono con frequenza legati ai fattori genetici, allo stress, ad un'alimentazione scorretta e poco sana, infezione all'intestino e ai cambiamenti ormonali.

Dovete, però, assolutamente sapere, che studi effettuati di recente, hanno evidenziato che nella maggior parte dei pazienti che soffrivano di questa "patologia" era presente una forte carenza di vitamina D. Questa carenza era stata già riscontrata dagli esperti, in precedenza nei pazienti, che avevano infezioni e problemi all'intestino. La buona presenza della vitamina D nel nostro organismo, inoltre svolge un'azione protettiva contro la depressione e rende migliore la qualità della vita.

Alla luce di quanto detto, se soffrite della sindrome del colon irritabile, potete approfondire questo discorso con il vostro medico di fiducia o con noi. In entrambi i casi, otterrete un valido supporto e risposte dettagliate al vostro problema.

Se il mal di testa compare la sera, la causa può essere lo stress

Se il mal di testa compare la sera, la causa può essere lo stress

07 Agosto 2017

Spesso identificare la cause che danno origine al mal di testa, può essere difficile, ma quando il disturbo si presenta durante la sera, questo può indicare un forte legame con lo stress. Infatti, in questo caso specifico, quando il malessere compare alla fine della giornata, generalmente scoppia improvvisamente, senza preavviso, per colpa di un accumulo di tensione fisica.

Quando il mal di testa compare la sera, le cause possono essere anche legate alla cattiva digestione, alla stanchezza degli occhi, al consumo eccessivo di caffè e bevande alcoliche, al fumo, ad uno scorretto mantenimento della posizione, che incide negativamente sulla postura e ai fattori ambientali. Tutte queste possibili cause elencate, alimentano il senso di stress che provoca un'intensa contrazione muscolare a sfavore della testa, del collo e delle spalle.

In presenza di questa spiacevole situazione, bisogna cercare di correggere il proprio di stile di vita e curare l'alimentazione scegliendo cibi ricchi di vitamine e sali minerali e quando, il dolore diventa frequente e in qualche modo si trasforma in un ostacolo alla normale vita di tutti i giorni è consigliabile, intervenire con i farmaci Fans (antinfiammatori non steroidi).

Un consulto medico, vi aiuterà ad attenuare e risolvere il vostro mal di testa "da stress" e venendo nella nostra farmacia saremo felici di consigliarti il miglior rimedio per il tuo caso.

L´insufficienza venosa e i suoi disturbi

L´insufficienza venosa e i suoi disturbi

06 Agosto 2017

L'insufficienza venosa è un disturbo, molto diffuso e crea una sorta di difficoltà, che riduce la capacità del sangue di risalire correttamente dagli arti inferiori al cuore. Le cause che portano alla comparsa di questo problema, sono la perdita di elasticità da parte dei vasi sanguigni o il funzionamento non corretto delle valvole anti-reflusso. Le persone considerate più a rischio per insufficienza venosa sono le donne in stato di gravidanza, le persone in sovrappeso, l'avanzare dell'età, la genetica, la stitichezza, l'uso di contraccettivi ormonali e la ritenzione idrica. Da non sottovalutare, assolutamente che anche la vita eccessivamente sedentaria e lo stare troppe ore in piedi, incide notevolmente.

I sintomi che maggiormente si riscontrano fanno la loro comparsa prevalentemente sulle gambe e si riferiscono ad un ingrossamento delle vene, che diventano molli e il loro colore cambia in blu scuro. Le gambe e i piedi tendono a gonfiarsi, si avverte un senso di calore, prurito, crampi e pesantezza, questo stato si chiama edema (accumulo di liquidi). I fastidi aumentano durante la stagione calda e come abbiamo già detto, anche quando si sta troppo in piedi o viceversa, troppo seduti. Inoltre, possono anche comparire le emorroidi.

Se la patologia peggiora, di conseguenza i vasi sanguigni possono rompersi e dare origine a macchie scure, vene varicose e flebiti.
Per migliorare la vostra circolazione sanguigna, affidatevi ai nostri rimedi specifici per questo problema.

Quali sono i rischi di fare un piercing?

Quali sono i rischi di fare un piercing?

05 Agosto 2017

Il piercing, ormai sembra essere diventato una moda, una tendenza e molti giovani e diciamo, che anche persone appartenenti a tutte le età, non resistono alla voglia di sfoggiarlo in una parte del corpo, dove sia più o meno visibile. Non abbiamo nulla in contrario, perché ognuno è libero di fare le proprio scelte in base ai propri gusti e al proprio stile di vita, ma quando si decide di farsi un piercing, bisogna prestare attenzione ai possibili rischi.

Dovete sapere, che i rischi e i possibili inconvenienti associati al piercing, variano in base alla zona del corpo dove lo si vuole applicare e sono legati in modo determinante, soprattutto all'esperienza e all'abilità di chi effettua questo delicato "intervento". Il rischio maggiore è quello di essere vittime di infezioni di natura più o meno grave come la micosi cutanea o l'epatite virale. Avete deciso di farvi un piercing? Benissimo, il nostro consiglio è quello di rivolgervi, a dei seri professionisti specializzati e che operano in centri a norma di igiene.

Dopo esservi fatti il piercing è importante disinfettare, utilizzando un tipo di sapone antibatterico. Mentre, in sostituzione potete usare l'acqua e il sale, ma l'arrossamento deve essere leggero e non deve essere presente una secrezione di pus. In questo specifico caso, nella nostra farmacia, troverete delle valide risposte e un sostegno maggiore alle vostre domande.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.