News

Il torcicollo: le cause e come alleviare il fastidio

Il torcicollo: le cause e come alleviare il fastidio

24 Settembre 2017

Il torcicollo è molto frequente, fastidioso e accompagnato sempre da dolore intenso. Questa patologia causa una condizione dolorosa, con la contrattura dei muscoli del collo e influisce, limitando i movimenti della testa. In presenza di questo disturbo, il capo si riesce a muovere correttamente solo verso la spalla, opposta al dolore.

Le cause della comparsa del torcicollo, possono essere tantissime. Con estrema frequenza, il problema è dovuto all'intenso sforzo fisico, al praticare attività sportiva eseguendo in modo sbagliato gli esercizi e molto spesso anche, dalla posizione scorretta che si assume durante il riposo notturno. Inoltre, anche l'eccessiva esposizione alle correnti di aria fredda e la "predisposizione anatomica", possono dare origine al problema.

Quando il torcicollo, non è provocato da traumi, si può intervenire contrastandolo con il calore (bagno caldo, sciarpa e buste specifiche in gel da acquistare in farmacia, che si applicano sulla parte dolorante) perché facilita lo scioglimento dei muscoli. Nel caso in cui, il torcicollo è dovuto a un'infiammazione è meglio applicare il ghiaccio. Il dolore, si può attenuare con l'utilizzo di farmaci analgesici e antinfiammatori. Tuttavia se il sintomo persiste per più giorni, esponendo il problema al vostro medico, potrà prescrivervi dei "farmaci" miorilassanti, che agiscono rilassando i muscoli.

Per qualsiasi domanda e dubbio, sull'argomento appena trattato, non esitate a rivolgervi ai nostri farmacisti.

Il raffreddore: gli antibiotici fanno guarire, più velocemente?

Il raffreddore: gli antibiotici fanno guarire, più velocemente?

23 Settembre 2017

La bella stagione estiva, sta per volgere al termine e l'autunno, invece è sempre più avvicino. Il cambio di stagione, i sbalzi climatici, spesso possono trovare il nostro organismo impreparato a queste variazioni e la possibilità, di prendersi un bel raffreddore è molto facile.

Il raffreddore, più precisamente viene definito con il termine di rinite. E' molto frequente ed è provocato dai virus, che danno origine a una fastidiosa un'infiammazione, che colpisce la muscosa nasale e quella faringea.

In caso di raffreddore, se si prendono gli antibiotici si guarisce prima? La risposta è assolutamente no. Il motivo è molto semplice, perché gli antibiotici sono una specifica categoria di farmaci, che contrastano le infezioni e impediscono lo sviluppo dei batteri. Questi "medicinali, non intervengono sui virus del raffreddore. Nella presenza di questo disturbo è bene, intervenire con i farmaci indicati nel tenere sotto controllo i sintomi del raffreddore come il mal di gola, il naso chiuso o che "gocciola" e la tosse.

Nel corso iniziale dell'infezione, si possono assumere gli antinfiammatori non steroidei come l'acido acetilsalicilico, che agiscono attenuando l'infiammazione e calmano la maggior parte dei sintomi. A questo tipo di antinfiammatori, si possono abbinare i prodotti mirati nel calmare la tosse e i decongestionanti per uso nasale.

Quando il sintomo persiste è meglio, consultare il proprio medico. Per consigli e prodotti mirati per trattare il raffreddore, il nostro personale farmaceutico è disponibile per accogliere ogni vostra domanda e dubbio, sull'argomento appena trattato.

Ipertensione: la liquirizia si può mangiare?

Ipertensione: la liquirizia si può mangiare?

22 Settembre 2017

La liquirzia (Glycyrrhiza glabra) è una pianta, che cresce spontanea nel bacino del Mediterraneo e fa parte della famiglia delle leguminose. Il suo utilizzo è molto apprezzato nel settore della fitoterapia e dalle industrie dolciarie.

Veniamo al dunque. Chi soffre di ipertensione, può mangiare la liquirizia? Cerchiamo di fare un pò di chiarezza e sciogliere qualche dubbio, inerente a questa domanda. Le persone, che soffrono di pressione alta (ipertensione) dovrebbe cercare di ridurre o evitare il consumo della liquirizia. Infatti, se non lo sapete chi è affetto da questa patologia, anche consumare una piccola quantità di liquirizia giornalmente, può influire nel far aumentare la pressione sanguigna.

Questo effetto è provocato dalla liquirizia, perché è ricca di un principio attivo chiamato "acido glicirretinico". L'effetto di questo acido causa una ritenzione di sali e liquidi, che aumenta la pressione. Inoltre, con l'aumento della pressione, dovuto al consumo di liquirizia, si possono anche avvertire altri disturbi di breve durata, come i battiti del cuore accelerati e stato improvviso di ansia e nervosismo.

Per una maggiore chiarezza sugli effetti negativi della liquirizia, sui pazienti che soffrono d'ipertensione, nella nostra farmacia saremo lieti di rispondere a ogni vostra domanda e dubbio.

Tanti dolori lavorando, molte ore seduti davanti al computer

Tanti dolori lavorando, molte ore seduti davanti al computer

21 Settembre 2017

Moltissime persone, ormai lavorano seduti alla scrivania davanti al computer, per molte ore. Spesso, questo "obbligo" non permette di alzarsi e inevitabilmente, può causare dei problemi. Sembra quasi assurdo e impossibile da credere, ma succede con molta frequenza. Infatti, in alcune situazioni, quando si sta lavorando intensamente e si è presi totalmente dall'impegno, poter sgranchire e distendere le gambe, non sempre è possibile.

Quando si sta seduti, per molte ore è facile assumere una posizione sbagliata e questo, influisce negativamente sulla colonna vertebrale. Il sovraccarico eccessivo è il responsabile della comparsa, di contratture e tensioni muscolari. I dolori si possono attenuare con l'assunzione dei farmaci antinfiammatori, perché questi agiscono sciogliendo il fastidio muscolare.

Nel caso in cui, il dolore compaia con estrema facilità, la cosa giusta da fare è concedersi un buon riposo e cercare di recuperare lo stato del benessere. Un valido aiuto, può essere quello di provare a dormire senza cuscino, oppure sostituirlo con l'utilizzo di un apposito guanciale, per rilassare la zona del collo. Inoltre, si può intervenire con massaggi, effettuati da uno specialista e con una doccia, un bagno o impacchi caldi. Tuttavia, per i problemi cronici si può ricorrere alla terapia laser, che svolge un potente effetto antidolorifico, antinfiammatorio e miorilassante, attenuando notevolmente il senso di malessere.

Quando il disturbo diventa un disagio, non esitate a parlarne con il vostro medico di fiducia e con i nostri farmacisti.

La comparsa dei capillari sulle gambe, si può prevenire

La comparsa dei capillari sulle gambe, si può prevenire

20 Settembre 2017

Per ostacolare la comparsa dei capillari sulle gambe, la cosa principale è prevenire l'insufficienza venosa (il sangue fa fatica a ritornare verso il cuore). Per rendere i capillari delle gambe più forti e protetti è importante camminare regolarmente ogni giorno, fare passeggiate in bicicletta che permettono di rafforzare i muscoli dei polpacci, inoltre, il nuoto grazie alla spinta dell'acqua aiuta il sangue a risalire correttamente dalle gambe verso il cuore. In più, per migliorare la circolazione sanguigna potete fare degli esercizi mantenendo le gambe sollevate e allo stesso tempo muoverle. E' importante quotidianamente effettuare dei massaggi energici dall'alto verso il basso, che sono efficaci e influiscono riattivando la circolazione del sangue, rendendola più fluida.

Ci sono delle cattive abitudini, che incidono negativamente sul benessere dei capillari e sono lo stare troppo ore seduti o viceversa troppe ore in piedi, indossare un abbigliamento eccessivamente stretto ed elasticizzato e nelle donne, il tacco troppo alto. Non dobbiamo dimenticare, che anche la stagione calda, il sovrappeso e il consumo abbondante del sale, sono dei nemici per i nostri capillari.

Nella nostra farmacia troverete un valido aiuto dal nostro personale, che risponderà alle vostre domande e vi consiglierà, prodotti specifici e indicati, per migliorare la salute dei vostri capillari.

E´ sicuro mangiare i frutti mare crudi?

E´ sicuro mangiare i frutti mare crudi?

19 Settembre 2017

E' sicuro mangiare i frutti di mare crudi? Molte persone amano, magiare questi alimenti crudi e per disinfettarli utilizzano il limone, ma anche se questo ingrediente svolge una potente azione disinfettante, purtroppo non è in grado di uccidere i pericolosi virus e i batteri, che si possono nascondere nei frutti di mare.

In base a quanto accennato nelle righe precedenti, mangiare i frutti di mare (vongole, cozze, telline, ostriche ed altri) non è sicuro, perché i molluschi filtrano molta acqua salata e nei loro tessuti, si possono nascondere molti germi e microrganismi. Questi pericolosissimi virus e batteri presenti nei frutti di mare possono dare origine a diverse malattie come le salmonelle, i vibrioni come quello del colera e l'epatite A.

Il consiglio è di non mangiare i frutti di mare crudi e, soprattutto quando non si conosce l'esatta provenienza, per una maggiore sicurezza è meglio cuocere questi alimenti ad una temperatura superiore agli 80 gradi per almeno 2 minuti, perché i batteri e i virus, sono sensibili alle temperature calde e quindi vengono uccisi.

Per dubbi, incertezze e domande, non esitate a venire nella nostra farmacia, perché saremo lieti di sciogliere ogni vostra perplessità su questo "argomento".

Terapia ormonale sostitutiva: di che cosa stiamo parlando?

Terapia ormonale sostitutiva: di che cosa stiamo parlando?

18 Settembre 2017

La menopausa e la sua comparsa, per ogni donna sembra un dramma e spesso affrontarla con la giusta serenità, può risultare molto difficile. Come ben sapete in questo momento specifico della vita, le mestruazioni si interrompono e spariscono. Infatti, la diminuzione degli ormoni estrogeni e la mancata attività delle ovaie, conclude il suo ciclo fertile nella donna.

Tuttavia per bilanciare, appunto la forte riduzione degli ormoni estrogeni, si può intervenire sul problema, con un trattamento specifico, che si chiama terapia ormonale sostitutiva. Questo tipo di "cura" agisce calmando, i scomodi e fastidiosi sintomi della menopausa. Infatti, questo trattamento, agisce controllando le vampate di calore e mantiene l'umore stabile. In più, influisce sul mancato desiderio sessuale, migliora l'elasticità e il tono della pelle e protegge, dalla comparsa dell'osteoporosi.

La possibilità di poter iniziare una terapia ormonale sostitutiva, deve essere in tutte le condizioni, valutata da uno specialista e scelta in base alle esigenze e le necessità di ogni donna.

Per maggiori informazioni su questo tipo di terapia ormonale, potete rivolgere tutte le vostre domande e qualsiasi dubbio al nostro personale farmaceutico. Riceverete consigli mirati, per affrontare con serenità la menopausa.

Ciclo mestruale irregolare: che cosa fare per normalizzarlo?

Ciclo mestruale irregolare: che cosa fare per normalizzarlo?

17 Settembre 2017

Il ciclo mestruale o (ciclo) ovarico è una situazione naturale e molto importante, che interessa le donne in specifici periodi e provoca, una serie di cambiamenti a livello fisiologico. Ogni donna, vive questo momento diversamente, ma molto spesso alcune di loro hanno in comune lo stesso problema. Infatti una buona percentuale del "gentil sesso" riscontra, frequentemente un ciclo mestruale irregolare.

Cosa fare, se il ciclo è irregolare? I fattori responsabili, di questo disordine, possono essere moltissimi. Prima di tutto dobbiamo sottolineare, che l'irregolarità mestruale è molto frequente e aggiungiamo quasi normale, durante la fase della pubertà o nel periodo in cui una donna, si avvicina alla menopausa. Ci sono inoltre, cause come l'intensa attività fisica e l'assunzione di particolari farmaci, che inevitabilmente possono incidere, determinando un'irregolarità mestruale.

Alla base di ciclo regolare, ci deve essere un'alimentazione sana ed equilibrata e bisogna cercare, di mantenere il peso corporeo stabile e nella norma. E' bene consumare con regolarità alimenti con un elevato contenuto di ferro, come la carne, i legumi e l'olio di oliva, perché stimolano la produzione degli ormoni femminili. Le verdure e la frutta fresca, non devono essere mai carenti, perché sono una preziosa fonte di magnesio. La qualità del sonno e un pò di sana attività fisica, aiutano l'organismo nel combattere lo stress e la tensione.

Nel caso in cui, l'irregolarità diventi persistente è opportuno, valutare la situazione con un consulto medico, che vi potrà consigliare l'assunzione di una pillola per sistemare e riequilibrare lo stato ormonale.

Per un approfondimento più completo e consigli mirati a risolvere il problema, i nostri farmacisti sono a vostra disposizione.

Alimentazione povera di grassi: perché il colesterolo è alto?

Alimentazione povera di grassi: perché il colesterolo è alto?

16 Settembre 2017

Il colesterolo, all'interno del nostro organismo svolge delle preziose funzioni, ma se la sua presenza diventa eccessiva, può causare diversi problemi. Questo elemento è un lipide, che appartiene alla categoria degli steroidi.

Molte persone soffrono, di colesterolo alto e la maggior parte di loro, con frequenza si pone sempre la stessa domanda. Il quesito è il seguente: la mia alimentazione è povera di grassi, perché ho il colesterolo alto? Molto semplice, perché la causa che provoca un aumento di colesterolo nel sangue è influenzata dai grassi (o lipidi) solo in parte. I grassi, non sono gli unici responsabili di questo problema, ma sicuramente il coloro consumo non deve essere abbondante. Quando il colesterolo è alto, ci sono alcuni alimenti che andrebbero eliminati dalla propria alimentazione come la margarina, i prodotti ricchi di grassi vegetali e quelli che contengono grassi idrogenati o transesterificati.

L'alimentazione non è l'unico fattore responsabile, del colesterolo in circolo nel nostro sangue. Infatti, questo lipide viene prodotto in modo naturale dal nostro organismo. Per questo specifico motivo, può essere alto, perché viene prodotto in quantità elevate, anche se consumiamo alimenti poveri di grassi. Il consiglio è cercare di ridurre il consumo degli zuccheri, perché stimolano la produzione dl colesterolo. Tuttavia è bene, consumare regolarmente alimenti ricchi di fibre, perché agiscono riducendo l'assorbimento degli zuccheri e dei grassi, da parte del nostro organismo.

Non esitate a chiedere consigli o un maggiore approfondimento su questo argomento appena trattato, con i nostri farmacisti o con il vostro medico di fiducia.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.