News

L´importanza dell´acido folico in gravidanza

L´importanza dell´acido folico in gravidanza

12 Settembre 2017

Durante la gravidanza, l'acido folico è molto importante. L'acido folico è una preziosa vitamina, che appartiene al gruppo B e più precisamente è la B9. Questa sostanza è indispensabile e necessaria per la sintesi del DNA delle proteine (nutrienti fondamentali, perché rappresentano l'unica fonte di azoto per l'organismo) e per la composizione di emoglobina. Per questo motivo, non deve essere mai carente, perché è necessaria per la crescita e la proliferazione delle cellule.

Il bisogno di questa vitamina, in gravidanza aumenta. Perché il feto per potersi sviluppare, prende le riserve materne e se, l'acido folico non è presente in buona quantità, può dare origine a diversi problemi. Infatti, si potrebbero riscontrare malformazioni a sfavore del sistema nervoso centrare del feto in sviluppo.

L'organismo, non è in grado di produrre da solo l'acido folico. Quindi il consiglio è di consumare regolarmente alimenti come le verdure a foglie verdi, la frutta, i legumi, il fegato, il lievito, il latte e i cereali, perché sono un valido aiuto, per incrementare questa vitamina. Assumere buone dosi di acido folico, qualche mese prima della tanto desiderata gravidanza, sarebbe la scelta migliore e poi, continuare fino alle 12° o 13° settimana (gravidanza).

La gravidanza è un momento diverso e particolare per ogni donna. Non esitate a rivolgervi nella nostra farmacia, per qualsiasi chiarimento e nel caso, affrontate l'argomento con il vostro ginecologo.

Farmaco generico, che cosa vuol dire?

Farmaco generico, che cosa vuol dire?

11 Settembre 2017

Da qualche tempo, ormai si sente parlare molto spesso di farmaco generico, ma che cos'è? Con il termine farmaco generico o detto anche più semplicemente equivalente, si indica un medicinale che non è più protetto da brevetto o da certificato. La differenza è che il farmaco generico viene venduto con una confezione dove è indicato il nome del principio attivo, seguito dal nome dell'azienda che fornisce e produce il medicinale.

I farmaci generici hanno la stessa composizione dei farmaci "di marca" sia per quanto riguarda il contenuto del principio attivo, ma anche per la quantità e le indicazioni terapeutiche, perché sono identiche. Dobbiamo aggiungere che anche il formato farmaceutico non cambia, perché lo si può trovare disponibile in compresse, bustine e altro.

Il farmaco generico o equivalente può essere prodotto e venduto, da un'industria diversa da quello che lo ha scoperto e logicamente il prezzo è più basso rispetto a quello di marca, perché queste "piccole" case farmaceutiche non hanno spese da sostenere per quanto riguarda le ricerche e lo sviluppo.

Se avete dubbi o qualsiasi tipo di incertezza, nella nostra struttura farmaceutica, saremo lieti di togliervi ogni perplessità a riguardo.

Dolore muscolare: come farlo passare?

Dolore muscolare: come farlo passare?

10 Settembre 2017

Il dolore muscolare rappresenta un campanello d'allarme, che ci avvisa tramite uno specifico segnale, facendoci capire che in un determinato punto del nostro corpo, c'è qualcosa che non va. Per distinguere correttamente questo fastidio bisogna capire la sua natura e il perché della sua comparsa. Infatti, spesso il dolore muscolare può essere associato alla presenza di sintomi influenzali, allo svolgere un intenso allenamento fisico, oppure può essere provocato da un trauma, che coinvolge uno o più muscoli.

I dolori muscolari vengono anche riconosciuti con il termine mialgia e in questi casi, si consiglia l'applicazione di specifici trattamenti antidolorifici per alleviare il dolore. Queste preparazioni si trovano in gel e creme e sono dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come il ketoprofene.

Il dolore non è uguali per tutti e quando, il malessere si distribuisce in modo generico interessando più parti del corpo, la prima cosa da fare è concedersi un pò di riposo. In alternativa, si può decidere di assumere un farmaco per via orale sempre a base di antinfiammatori non steroidei, che agisce medicando il problema.

Se il dolore dovesse peggiorare e non risolversi, il consiglio è quello di parlarne con il vostro medico. Per approfondimenti sui prodotti specifici per attenuare il dolore muscolare, non esitate a chiedere al nostro personale farmaceutico, maggiori informazioni a riguardo.

4 consigli per avere la pelle del viso sana e luminosa

4 consigli per avere la pelle del viso sana e luminosa

09 Settembre 2017

La pelle del viso, per mantenersi bella, sana e tonica nel tempo ha bisogno di particolari cure e piccole attenzioni quotidianamente, gesti semplici, ma molto importanti. Esistono molti prodotti in commercio e rimedi naturali, per soddisfare questo bisogno, la maggior parte di loro sono validi ed efficaci e il loro utilizzo è fondamentale, perché migliorano e risolvono le tante problematiche relative alla pelle. Ma attenzione, perché ci sono 4 preziosi accorgimenti, che se imparate a seguirli, associandoli ai vostri trattamenti, abituali il risultato sarà una pelle del viso "senza difetti".

Vediamo, più da vicino i 4 consigli per prendersi cura della pelle del viso

Bere, almeno 2 litri di acqua al giorno lontano dai pasti principali, non fa solo bene al nostro organismo, perché la corretta idratazione mantiene la pelle tonica ed elastica e in più, previene la formazione delle rughe.

L'alimentazione, è indispensabile che sia sana e corretta. Consumate regolarmente alimenti come la frutta e la verdura, perché sono ricchi di proprietà antiossidanti e aiutano a mantenere la pelle giovane, sana e luminosa. I più consigliati sono le mele, gli agrumi, i mirtilli, la frutta secca, il salmone, il cioccolato extra fondente, il tè, i cavoletti di bruxelles e i broccoli.

Esfoliare la pelle, con i trattamenti scrub è un gesto semplice, che rimuove gli accumuli di tutte quelle minuscole cellule morte, che si depositano sulla pelle, rendendola spenta e grigia. Utilizzate questo tipo di trattamento una volta a settimana, preferendo prodotti non aggressivi e di qualità, oppure potete realizzarli in casa con ingredienti naturali.

Dormire, la qualità del sonno, influisce sulla pelle, quindi cercate di riposare correttamente almeno 7 o 8 ore a notte. In questo modo, l'organismo recupererà le forze e l'epidermide sarà sana e luminosa.

A questo punto, non vi resta, che provare a seguirli.

Vampate in menopausa: consigli e rimedi

Vampate in menopausa: consigli e rimedi

07 Settembre 2017

La menopausa è il termine, che in ogni donna indica la fine delle mestruazioni. Per essere più precisi, la definizione corretta fa capitare la menopausa con l'ultima mestruazione. Questo fenomeno è del tutto normale e per ogni donna e purtroppo, provoca un disagio che prende il nome di vampate.

Le vampate di calore sono il classico malessere della menopausa e per tenerle sotto controllo, bisogna prima di tutto seguire un'alimentazione equilibrata, leggera e sana. Uno dei tanti consigli validi, per attenuare il problema è quello di consumare una buona quantità di soia, perché contengono un'elevata percentuale di isoflavoni, che sono molto simili agli ormoni femminili. Inoltre è bene consumare alimenti ricchi di antiossidanti, perché attenuano le fastidiose vampate. Per migliora l'assorbimento da parte dell'organismo degli antiossidanti e degli isoflavoni, che si trovano negli alimenti, si possono assumere i proibioti, come l'inulina, che migliorano la microflora dell'intestino. Nelle donne in menopausa, per calmare le "fiammate di calore" è consigliabile praticare un pò di attività fisica.

Per contrastare il disturbo è meglio ridurre il consumo di alcune bevande come il caffè e l'alcol e limitare il pepe e il peperoncino. Nel caso in cui, la menopausa, influisca negativamente sulla normale vita di tutti i giorni è opportuno, valutare di utilizzare una terapia ormonale, rivolgendosi al proprio medico di fiducia.

La nostra farmacia rimane a vostra completa disposizione, per ogni domanda o consiglio inerente alla menopausa.

Capillari in evidenza: come comportarsi al mare?

Capillari in evidenza: come comportarsi al mare?

05 Settembre 2017

I capillari in evidenza o dilatati sono un disturbo, che indica una circolazione sanguigna agli arti inferiori, non proprio buona. Purtroppo, questo problema durante la stagione estiva, il caldo influisce accentuandolo.

Come comportarsi al mare, in presenza dei capillari in evidenza sulle gambe? Per prima cosa è bene, evitare l'esposizione solare nelle ore più calde della giornata. Infatti, per limitare il problema è bene, non esporre le gambe, per troppo tempo al sole.
E' importante, muoversi regolarmente, perché il movimento frequente, permette il corretto ritorno del sangue verso il cuore.
Quando si è in spiaggia è consigliabile, ogni 30 o 40 minuti, fare delle belle passeggiate nell'acqua, bagnare le gambe con acqua fredda e ripararsi dal caldo eccessivo mettendosi in zone, possibilmente all'ombra.

Nelle farmacie esistono prodotti, che migliorano il microcircolo (complesso di vasi ematici) e svolgono un'azione vasoprotettiva. Questi composti, si trovano in compresse e possono essere assunte con tranquillità, durante tutta la durata della stagione estiva. Non dimenticate mai, di applicare una buona protezione solare in crema, in gel oppure, una soluzione spray, per proteggere le vostre gambe delle temperature eccessivamente calde, perché il sole aumenta la visibilità dei capillari.

Non esitate a chiedere consigli. Nella nostra farmacia, il nostro personale qualificato sarà lieto di aiutarvi e seguirvi nella scelta del trattamento migliore, per le vostre esigenze.

Quando la donna ha la candida, può passarla al proprio partner?

Quando la donna ha la candida, può passarla al proprio partner?

04 Settembre 2017

La candida è un disturbo genitale, molto frequente nelle donne e si presenta, soprattutto in età fertile. Questo microrganismo vive normalmente sulle mucose e la sua trasmissione per via sessuale, nei confronti del proprio partner è molto rara.

Le cause che provocano questo disturbo, generalmente si associano a una serie di sbalzi e cambiamenti della microflora vaginale e spesso, vengono attribuite a una riduzione e carenza di acidità nelle secrezioni. Inoltre, può comparire, quando le difese immunitarie si abbassano notevolmente, oppure quando si assumono gli antibiotici. Ci sono altri fattori, che possono dare origine alle candida come i dispositivi intrauterini, l'utilizzo frequente di lavande vaginali e i detergenti intimi troppo aggressivi.

Come abbiamo già accennato nelle righe precedenti, trasmettere la candida al vostro compagno sarà quasi impossibile, quindi difficilmente l'uomo riscontrerà problemi. Per una maggiore sicurezza e per limitare l'infezione è importante, seguire delle piccole accortezze. Tuttavia è bene, prendersi cura dell'igiene intima con prodotti delicati e applicare regolarmente creme od ovuli, che contengano composti antimicotici come per esempio il clotrimazolo.

Nel caso avete ancora dubbi o domande, su questo argomento. I nostri farcisti sono a vostra completa disposizione, per ogni tipo di chiarimento.

Gengive infiammate: cause e rimedi

Gengive infiammate: cause e rimedi

03 Settembre 2017

La gengivite è un'infiammazione, che colpisce le gengive. Questo disturbo nelle persone è molto frequente e diffuso. La sua comparsa è causata da un accumulo di placca (batteri e zuccheri) che si deposita, in modo inevitabile sui denti e le gengive. Per mantenere le gengive in salute, è bene rimuovere correttamente la placca, perché in questo modo si evita la formazione del tartaro (o calcolo, dovuto alla placca che si cristallizza formando un'incrostazione, che aderisce saldamente allo smalto dei denti).

La formazione della placca, deve essere rimossa ogni giorno con l'utilizzo dello spazzolino, il filo interdentale e un buon collutorio. Riconoscere la gengivite è molto semplice, perché le gengive appaiono gonfie, arrossate e con la pressione dello spazzolino sui denti denti il sanguinamento, può essere, più o meno abbondante. Per combattere questo disturbo, il consiglio è quello di recarsi regolarmente, almeno una volta l'anno dal dentista, in modo da effettuare delle normali sedute di ablazioni del tartaro. Una regola fondamentale è quella di avere cura della propria igiene orale, lavando i denti correttamente dopo ogni pasto. Se per motivi personali o di lavoro, siete fuori casa e non potete rispettare questa preziosa attenzione, dopo ogni pasto, sciacquate abbondantemente il cavo orale con dell'acqua, per rimuovere i residui di cibo. Inoltre, per prevenire e calmare l'infiammazione, potete utilizzare dei collutori, perché svolgono e garantiscono un'azione antibatterica e antinfiammatoria.

Per consigli e prodotti per prevenire e alleviare la gengivite, il nostro personale farmaceutico, sarà a vostra completa disposizione.

Il bambino: caduta e comparsa  di ematoma. Che cosa fare?

Il bambino: caduta e comparsa di ematoma. Che cosa fare?

02 Settembre 2017

I bambini, non amano assolutamente stare con le mani in mano, perché la loro tenera età, gli permette di non accusare mai la stanchezza. Le giornate dei piccoli fanciulli sono accompagnate senza sosta dal divertimento, dai giochi, dal correre e dalle risate e per questi motivi, molto frequentemente possono essere le vittime di spiacevoli cadute.

La caduta, in base alla botta, più o meno forte può dare origine agli ematomi. Gli ematomi o lividi compaiono, con molta facilità sulla delicata pelle del bambino. La formazione degli ematomi è una conseguenza alla botta, che provoca una rottura dei capillari, con la fuoriuscita di sangue. Questa raccolta di sangue (ematoma) se è lieve, si riassorbirà senza problemi da sola.

Per favorire la guarigione, bisogna evitare di scaldare la zona, perché applicare delle cose calde sull'ematoma può influire, nel dilatare i vasi sanguigni, aumentando la fuoriuscita del sangue e il fastidio può espandersi. Il consiglio è di applicare il ghiaccio o l'acqua fredda e prodotti ad applicazione locale come pomate o gel, che sono ricche di proprietà analgesiche antinfiammatorie non steroidei.

I nostri farmacisti, per ogni dubbio sull'argomento, saranno lieti di aiutarvi e consigliarvi i prodotti più adatti, per attenuare e risolvere il problema.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.